News

Te la do io la Tares

Parte da Bassano la protesta anti-Tares, il nuovo tributo comunale succeduto alla Tarsu. L'albergatore Roberto Astuni riceve una bolletta di oltre 15mila euro, raddoppiata dal 2012, e posta la sua rabbia su facebook: scattano reazioni da tutta Italia

Alessandro Tich
bassanonet.it, 20 set 2013 14:01 | Visto 5688 volte

Te la do io la Tares

I titolari dell'hotel "Alla Corte" Federico Agostinelli e Roberto Astuni, sorridenti all'epoca, con la bandiera della Città. Ora dal Comune di Bassano è arrivata la mazzata (foto: archivio Bassanonet)

15mila euro e rotti. E' l'importo contenuto nell'avviso di pagamento recapitato all'albergatore Roberto Astuni, presidente della categoria Albergatori di Bassano del Grappa, e relativo alla Tares: la nuova tassa comunale (“Tassa Rifiuti e Servizi” ovvero “Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi”), in vigore da quest'anno - a seguito del Decreto Salva-Italia del governo Monti - in sostituzione della vecchia Tarsu (Tassa per lo Smaltimento dei Rifiuti Solidi Urbani).
Una bella scoppola per il titolare di albergo: non solo perché l'importo è pari quasi al doppio di quanto pagato con la Tarsu l'anno scorso, ma anche perché la metà del tributo va pagata già entro la prossima settimana.
In preda alla rabbia - come riferisce lui stesso - per il gravoso balzello, Astuni ha postato la sua ira sulla sua pagina facebook, scatenando immediate reazioni di solidarietà da tutto lo Stivale.
Ne dà notizia il diretto interessato, tramite un comunicato trasmesso in redazione che riportiamo di seguito:

COMUNICATO

Oggi ricevo dal Comune di Bassano del Grappa un avviso di pagamento: la famigerata TARES.
Come ben sappiamo la Tares sostituisce la Tarsu ma, mentre il numero delle lettere che compongono il nome è sempre lo stesso, gli importi sono quasi raddoppiati. Assieme a mio cognato Federico, gestisco l’hotel Alla Corte dal 2010 e mai ci era capitato di ricevere una notizia più DEVASTANTE! L’importo di oltre 15.000,00 euro è da pagare per la metà la prossima settimana, l’altra a fine anno.
Preso dalla rabbia posto la notizia, assieme alle bollette, sulla mia pagina facebook e scrivo: “Benvenuta Tares! 90.51% in più dell’anno scorso. Questo è l’impegno che avete per ridurre le tasse? La cosa ridicola è che è arrivata oggi 19/09/13 e la prima rata del 50% è da versare tra 10 giorni!! Grazie ai politici a Roma, grazie alle associazioni di categoria che UNITE hanno difeso i nostri interessi, grazie ai politici locali che si sono battuti fino all’ultimo respiro per non chiudere le aziende, grazie a tutti: state dando il meglio di voi! TUTTI !”.
In pochissimi minuti il post viene condiviso da numerose associazioni (anche politiche) perfino dalla Puglia e iniziano i commenti e gli insulti ai politici.
Scrivo questo perché purtroppo è la vera fotografia del nostro Paese.
Noi in queste zone pensavamo di essere immuni da tutto quello che accadeva negli ultimi anni nel resto della nostra Italia, invece oggi è così anche da noi.
Ognuno di noi ormai conosce qualcuno che ha perso il lavoro, ognuno di noi conosce qualcuno che non riesce a pagare le bollette, ognuno di noi conosce qualcuno che ha chiuso l’azienda e tutti danno la colpa alla politica o meglio ai politici.
Ora però la situazione è davvero grave, la mia categoria soffre troppo, se pensiamo che agli albergatori è toccato il versamento più pesante dell’Imu che è costata quasi 11.500 euro. Se tutte le imprese, secondo la CGIA di Mestre, hanno subito un aumento medio fino al 150%, la nostra categoria ha toccato ogni limite!
Paghiamo l’acqua il 270% in più di un privato e quasi cinque volte tanto un agricoltore, i costi dell’energia elettrica sono aumentati del 50% negli ultimi anni, i costi di gestione sono raddoppiati e i nostri prezzi sono invariati da almeno 7/8 anni. Non so se tutti riusciranno a pagare anche quest’ultimo balzello, secondo me per alcuni sarà proprio l’ultimo, nel senso che dopo questo saranno costretti a chiudere. Purtroppo devo anche sottolineare che le nostre grida sono sempre troppo sterili, l’unica soluzione potrebbe essere quella di gridare UNITI con le altre associazioni di categoria, ma anche in questo caso non sempre il successo è assicurato: tribunale docet!

Roberto Astuni

Presidente Albergatori Bassano

© Riproduzione riservata

Commenti in ordine cronologico (Totale 47 commenti)

Apprezzo sempre la pragmatica chiarezza dio Roberto Astuni, anche quando magari le opinioni divergono. Sulla questione tasse è oramai chiaro che a parole tutti le condannano e le tolgono ( o meglio le sospendono) ma che in realtà la pressione è sempre in aumento. La Tares penalizza in particolare aziende e le famiglie con 4 persone. Non solleva tutti gli altri. Che dire ... non rassegnamoci.

Pubblicato da brunonet
20 set 2013 14:13

Avvocati avanti !
Senza alberghi bassano diventa un medioevo, senza turisti (dove dormono ?)

Pubblicato da ml69
20 set 2013 14:57

Nel piccolo, anche le famiglie hanno ricevuto la loro bella mazzata :((

Pubblicato da donata
20 set 2013 15:09

www.facebook.com/roberto.astuni
Andate a vedere le reazioni e quante condivisioni da tutta Italia!
Il problema è veramente grave, adesso che ci hanno impoverito, voglio darci il colpo di grazia! Nessuno oggi farà investimenti perchè nessuno ha risorse e questo vuol dire ADDIO al turismo! Tutti dicono che l'ultima risora sarà proprio il turismo, tutti ne parlano come ultima ancora di salvezza, ma di concreto cosa si fa?
Cosa possiamo fare? Siamo ormai animali feriti e agonizzanti e invece di cercare una cura, ci lasciano soli e morenti. DOVE SONO I NOSTRI POLITICI? DOVE SONO LE NOSTRE ASSOCIAZIONI? DOVE SONO I NOSTRI AMMINISTRATORI? DOVE SONO I CITTADINI (le famiglie con 4 persone ne usciranno davvero male..)?
Nel nostro piccolo caso avevamo previsto di investire nella struttura e, per renderla più accogliente ai turisti, rifare la sala colazioni, creare uno spazio relax...NON POTREMO FARE NULLA DI TUTTO CIO' perchè lo Stato Italiano vuole SOLDI!!! I nostri soldi! Quelli che abbiamo sudato con 16 ore di lavoro al giorno! Quelli che dovrebbero servire a mantere vivi i nostri locali, renderli più gradevoli, innovarsi ecc.
La cosa più grave è che NON POSSIAMO FAR NIENTE: PAGA E TASI!!!
Purtroppo è così...

Pubblicato da robertoastuni
20 set 2013 15:56

Si è oltrepassato ogni limite!

Pubblicato da ilmilaz
20 set 2013 16:14

Informazione privata ad uso pubblico: oggi la Tares del Comune di Bassano è arrivata anche a me (famiglia di 4 persone). 506 euro

Pubblicato da tich
20 set 2013 16:41

Achi ha esultato tanto per la cancellazione dell'IMU. Hanno cambiato solo il nome ma mi sa che la mazzata l'abbiamo presa tutti lo stesso.

Pubblicato da vale74
20 set 2013 16:47

Anche i direttori... piangono!

Pubblicato da robertoastuni
20 set 2013 16:54

Si deve esultare solo quando il termine a pronunciarsi è "soppressione", tutto il resto è palliativo e foriero di vessazioni sempre più articolate, pare anche abbiano acquisito una notevole esperienza acrobatica nel rientrare dalla finestra o da qualsiasi pertugio che ne consenta il passaggio.
Iniziamo a fare i conti non solo con la tares, ci attenderanno al varco gli inevitabili aumenti IVA, IRAP, IRES, senza dimenticare le addizionali Irpef e Comunali, le aliquote in rialzo, l'abbassamento dei tetti di detrazione e...potrei proseguire con un lungo elenco,e viste le bollette appena giunte tanto lontana non sono andata e da buona artigiana mi son ...fate vobis

Pubblicato da ele71
20 set 2013 18:40

Grazie,
Mi avete rovinato il weekend :-)

Pubblicato da ml69
20 set 2013 18:52

Direttore c'è una soluzione...spostiamo la residenza dei figli in via Mateotti.....
avendone 4 .... ci stò pensando!!!

Pubblicato da ab
20 set 2013 19:01

Mi ha appena telefonato un caro amico/collega:13.000,00 euro di Tares contro i 5.000,00 dello scorso anno! 160% in più. Paese democratico? Ora smetto sennò inizio ad insultare qualcuno e rischio qualche denuncia a meno che il Direttore non trovi il sistema di sostituire con un BIP le parolacce che meriterebbero alcuni personaggi!

Pubblicato da robertoastuni
20 set 2013 19:50

@ml69: ahimè fosse solo un week-end rovinato....
ora siamo ad un bivio: Paghiamo o con coraggio diciamo basta!

Ci stanno sottraendo tutto risorse, servizi, strutture, risparmi/investimenti, ecc... tradotto significa CHIUDERE BARACCA, a questo punto allora perchè non facciamo vedere allo Stato cosa vuol dire veramente un BLACKOUT DEL MERCATO, basterebbero un paio di ore nelle quali ci fermiamo tutti, ciascuno con la propria attività, uno scipero generale di tutte le categorie....sarà pure un'utopia ma non ci abbiamo mai provato...vuoi vedere che qualcosa smuoviamo!

Pubblicato da ele71
20 set 2013 20:23

Io ci sarei

Pubblicato da ml69
20 set 2013 20:51

Grazie RE Giorgio !!!!!

Pubblicato da ml69
20 set 2013 21:01

E la seconda rata entro il 16 dicembre! Meno di 3 mesi

Inviato da Bassanonet per iPhone

Pubblicato da ingpaolo
20 set 2013 21:06

Vorrei sapere quanti di voi che avete commentato Astuni hanno votato PD, PdL o Lega. Sicuramente almeno la meta' e quindi il problema e' uno solo: x cambiare non dobbiamo piu' votare gli incapaci che hanno governato finora (mi riferisco a livello nazionale), ma provare a fidarci del nuovo. E' vero che la TARES e' comunale, ma i Comuni sono oggi stritolati dal governo centrale. E' da li' che nascono tutti i problemi. Dobbiamo essere coraggiosi e rischiare: peggio di cosi' nemmeno un neofita potrebbe fare.

Pubblicato da luigi
20 set 2013 23:05

Luigi, oltre il 70% ha votato quei partiti ma non credo questo sia un problema. Concordo con te che i Comuni non sono responsabili di questo e un'azione provocatoria di non pagare danneggerebbe solo i nostri Comuni e non i poteri centrali. Ma la responsabilità e anche dei nostri politici siano essi "vecchi o nuovi": dov'erano quando il legislatore ha scritto questa legge?

Pubblicato da robertoastuni
20 set 2013 23:17

Roberto, mi stupisco delle tue lamentele.
Se non cacci fuori i tuoi 15.000 euro di Tares, come facciamo a mantenere Scilipoti, Razzi, D’Alema, un Quirinale che costa più di Buckingham Palace, l’evasione fiscale di Berlusconi e di tutti quelli come lui, grandi e piccoli di finta destra e finta sinistra, i buchi del Monte dei Paschi e di Fondiaria-Sai-Ligresti, la sanità regalata agli amici (Angelucci, Caltagirone), le autostrde svendute ad altri amici, i costi NON-standard, le provincie, le provincie e le regioni autonome, la mafia, i chilometri di opere pubbliche che costano 3 volte le analoghe in Svizzera, il finto project financing, le mazzette dei vari Baita, gli inutili Mose, gli stadi di Italia 90, le scorte a ex deputati, i mega stipendi ai vari Befera, Mastrapasqua e gli innumerevoli boiardi di stato, le pensioni di platino che fanno sempre cumulo, i finti invalidi, la CIG della Fiat, …..

Pubblicato da donchisciotte
20 set 2013 23:44

Sprechi, privilegi, rendite di posizione, lobby, che NESSUNO ha mai voluto eliminare, e che OGNI governo si guarda bene dal toccare.

Pubblicato da donchisciotte
21 set 2013 00:12

confermo, Roberto: arrivata tares a casa, quasi il 73% in più di anno scorso se ho fatto calcoli corretti. E siamo famiglia di sole 3 persone. Avanti così sarà un disastro. Ma non disastro per dire qualcosa di brutto. Sarà un disastro veramente.

Pubblicato da michelebrunelli
21 set 2013 11:19

Santo cielo.
Come prima forma di protesta, blanda ma di impatto visivo, propongo di fare come Roberto e condividere la foto del modulo, magari sotto il post FB di Astuni od in una pagina dedicata.
Diamo inizio ad una Primavera Italiana?

Pubblicato da ilmilaz
21 set 2013 12:35

Caro Direttore, riesci a trovare un qualche amministratore, del nostro comune, coraggioso (nel senso che ha il coraggio di metterci la faccia) e compente (capace di fornire in sintesi dati corretti e comprensibili a tutti) che illustri le pincipali voci di spesa del bilancio corrente e che ci dica cosa va esattamente a coprire questo incremento ?
Sarebbe un utile contributo alla discussione e un doveroso riscontro al nostro "spintaneo" esborso !

Pubblicato da rubiz
21 set 2013 14:54

E' arrivata l'ora di reagire con determinazione, questi mascalzoni non hanno ritegno, sono avidi e impazziti non si rendono conto che ormai siamo allo stremo e rischiano una reazione pericolosa. Se l'Italia insorge, e lo dovrà fare, questi verranno spazzati via. La tares non sarà l'ultima mazzata, aspettate il prossimo anno, intanto ci abituiamo a pagare, già a pagare e rimanere zitti e rassegnati. Io dico di no! Non è possibile che dopo averci imposto la differenziata, dove loro ricavano soldi con la vendita dei rifiuti riciclati, invece di abbassarci il costo ce lo hanno addirittura raddoppiato, pazzesco da non crederci. Questi non sanno più cosa inventare per mettercelo sul fondo schiena. Scendiamo sulle piazze ma questa volta con i forconi E' ORA DI FINIRLA!!! Maledetti tutti quelli al POTERE, io non ne posso più di lavorare per mantenere questi personaggi che hanno portato l'Italia alla rovina rubando il futuro nostro ma sopratutto dei nostri figli. W LA RIVOLUZIONE

Pubblicato da fiorenzo.z
21 set 2013 22:49

Credo inguaribilmente nella democrazia e nella forza dell'unico strumento rivoluzionario di cui essa dispone: il voto. Tutti coloro che oggi ci governano, a qualsiasi livello, sono stati eletti o direttemente o indirettamente, votando il partito o la forza politica che li ha proposti. E anche chi non fosse andato a votare, ha comunque scelto; ha scelto di lasciar decidere gli altri.... quelli che al voto sono andati. La democrazia impone la responsabilità dell'eletto e la capacità di controllo dell'elettore, altrimenti diviene una delega in bianco. Ecco, dobbiamo tutti tornare ad esercitare questi basilari principi del nostro sistema. Ogni scelta deve essere giustificata e resa comprensibile con dati concreti e una corretta e doverosa informazione. E' già sarebbe ...... una rivoluzione. Una rivoluzione che però richiede all'elettore costanza nella voglia di informarsi e di capire, cioè una rivoluzione vera del nostro modo di essere CITTADINI.

Pubblicato da rubiz
22 set 2013 11:36

Benny Benacchio che dice?
Tutto dovuto?

Pubblicato da ninobixio
22 set 2013 16:38

Bennacchio :-),
Ha sistemato la sua famiglia probabilmente.

Pubblicato da ml69
22 set 2013 17:19

forza. coraggio. propongo lo SCIOPERO FISCALE.

Pubblicato da eg30751
22 set 2013 19:00

Arrivata oggi
Più 45%.

Pubblicato da ml69
23 set 2013 11:15

Tacciatemi pure di essere un pessimista, ma ritengo che il limite sia stato oltrepassato da un bel po', e che la politica attuale (a partire da quella nazionale, per arrivare a quella locale) non sia non solo in grado di risolvere i problema, ma addirittura incapace di avvertire il problema. Motivo per cui credo che l'inizio di una guerra sociale sia sempre più prossima.

Pubblicato da ninobixio
23 set 2013 12:58

.......e per fortuna le menti eccelse che gestiscono i rifiuti, continuano a dichiarare che siamo un comune di virtuosi, non oso pensare se non fosse ciò !!!!!......... credo a questo punto che la differenziata non serva a nulla, alla fine siamo solo noi i tartassati !!!!!

Pubblicato da franci58
23 set 2013 13:37

Dopo la denuncia fatta l’altro giorno per l’aumento della Tares che mette in estrema difficoltà tutta la nostra categoria in un periodo già di crisi generale senza sbocchi, ho avuto reazioni a catena senza precedenti. Il mio post e gli articoli della stampa locale sono stati ripresi da numerosi blog nazionali quali quello di Beppe Grillo che ha generato oltre 7.000 commenti, quello della Padania, su VIP.it, su Libero.it, e su tanti altri. Ribadisco, con forza, che la Tares è ingiusta perché si basa su parametri che non rispecchiano assolutamente la nostra realtà locale anche se è una legge nazionale. In questa legge non si contemplano punti elementari come ad esempio la reale produzione di rifiuti visto che, con la differenziata di carta, plastica, vetro, umido, il residuo è veramente minimo. Nonostante ciò la Tares è aumentata perché uno dei parametri principali sono i metri quadrati. E rivolgo ancora la stessa domanda: produce più rifiuti un negozietto in Piazza S. Marco di 20 mq o un albergo di 30 camere di 1.000 mq? Nel primo caso si produce almeno il 500% in più e si paga almeno il 90% in meno!!
Perché le banche hanno avuto un abbattimento cospicuo che raggiunge il 75% rispetto alla Tarsu? Forse perché a quel tavolo erano seduti solo loro?
.....

Pubblicato da robertoastuni
23 set 2013 14:04

...
Il problema principale è che anziché cercare di creare nuovi posti di lavoro (turismo) si affossano le (poche) attività esistenti. I nostri governanti (da quelli locali a quelli “romani”) non hanno capito che chiudendo le aziende non ci saranno più introiti da parte dello Stato?
Le proposte per risollevare la NOSTRA economia LOCALE sono tante e nello specifico della Tares sarebbe giusto pagare in base a quanti rifiuti si producono. Se è difficoltoso attrezzare i camion con bilance, basta assegnare un valore economico agli svuotamenti dei cassonetti. Ad esempio lo svuotamento di un cassonetto dell’umido costa X, lo svuotamento di un cassonetto del vetro costa Y e così via. A fine mese rendiconto e fattura, non bollette annuali!!
Ma perché dobbiamo sempre essere spettatori passivi davanti a chi detiene il potere?

Pubblicato da robertoastuni
23 set 2013 14:05

Sottoscrivo e firmo col sangue.
Che poi il discorso delle banche è RIDICOLO.
Provate a notare quanta carta circola per UN'OPERAZIONE che scrive si è no 3 (TRE) righe su un foglio A4.
La mia banca, Popolare di Marostica, giusto per fare i nomi, fino a quest'estate, per un veramento prevedeva:
modulo da compilare
A4 in duplice copia

Se poi a quel versamento seguiva un pagamento, stessa solfa più altri due A4 da firmare.

E questo solo per UNA/DUE operazioni allo sportello.
Eh ma i professori...

Pubblicato da ilmilaz
23 set 2013 14:21

"Ma perché dobbiamo sempre essere spettatori passivi davanti a chi detiene il potere?"

Perchè bisogna alzarsi, avere coraggio delle proprie idee, e non limitarsi a sbraitare, a scandalizzarci, ad indignarci .. a lamentarci .. aspettando però sia sempre qualche altro a prendere l'iniziativa (e non lo dico da ora, lo sostengo da sempre .. che la politica si permette tutte le libertà che si prende perchè ha a che fare con una nazione di innocui urlatori!).

Pieno appoggio alla Sua ultima iniziativa, anche se il fatto che il suo intervento sia stato fagocitato da Beppe Grillo* ..

*degno esemplare dell'italia sbraitante e politicamente inconcludente - (tanto più credo non sappia nemmeno cosa sottenda la TARES, così come coloro che puntano il dito sulla raccolta differenziata)

Pubblicato da ninobixio
23 set 2013 15:04

Io la verserei con meno fastidio, se andasse tutta al Comune.
Almeno poi vedo come la usano. Non c'è un modo per farlo?

Pubblicato da michelebrunelli
23 set 2013 18:44

L’obiettivo di questa imposta è di coprire al 100% i costi sostenuti da ogni Comune per il servizio di raccolta e smaltimento di rifiuti.Ma il vero nocciolo è l'incremento della tariffa relativa ai servizi indivisibili, che nella misura minima sarà completamente devoluto allo Stato!!!
Per calcolare l’effettivo importo da versare oer la TARES si procede allo stesso modo usato per calcolare i costi di TIA e TARSU, cui però va aggiunta la tariffa per i servizi indivisibili pari a 0,30 € per ogni metro quadro dell’immobile soggetto al pagamento (tale importo sarà interamente devoluto allo Stato).
Dal 2014 le Amministrazioni Comunali potranno aumentare la quota per i servizi indivisibili fino a 0,40 € a metro quadro: il ricavato della quota eccedente ai 0,30 € potrà essere trattenuta dalle Amministrazioni Comunali stesse. In caso di aliquota minima il gettito erariale stimato porterà a un incremento del 14%per una famiglia composta di tre elementi, mentre un’aliquota portata allo 0,40 € porta le stime a un +19% rispetto al gettito attuale.
Ai Comuni è data facoltà di decidere anche su eventuali riduzioni, fino al 30%, qualora il Comune stesso avesse già in atto una politica di raccolta differenziata o, per esempio, se l’unità immobiliare sia dotata di un sistema di compostaggio.

Pubblicato da ele71
23 set 2013 19:13

La base imponibile quindi, per gli immobili di destinazione ordinaria, rimane la superficie catastale rapportata all’80%, per le abitazioni private, oltre la superficie catastale, restano confermati gli altri parametri di calcolo quali numero di residenti, uso e produzione media di rifiuti. Sono esclusi dal calcolo balconi e terrazzi. Vanno quindi conteggiati tutti i locali coperti, ivi compresi i sottotetti se pavimentati e riscaldati, indipendentemente dalla loro altezza.

Pubblicato da ele71
23 set 2013 19:13

Ma tengono conto della raccolta differenziata?
presumo di no .

Pubblicato da ml69
23 set 2013 19:27

Se nel Comune è in atto una raccolta differenziata dei rifiuti domestici è ammessa una riduzione proporzionale alla "quota di differenziato" e le riduzioni di tariffa vengono stabilite nei regolamenti Comunali.

Pubblicato da ele71
24 set 2013 08:15

Tutto questo per dirvi l'introduzione della Tares farà si che lo Stato non finanzierà più i singoli Comuni per la manutenzione stradale e gli altri servizi comunali.

Pubblicato da ele71
24 set 2013 08:22

De Rerum TARES

Arrivano gli F24 ad una zia, purtroppo vedova da qualche anno.
Vivono in piccolo appartamento, ex comunale, comprato con tanti sacrifici.
La zia ammette l'errore di essersi scordata di aver segnalato con documento cartaceo la perdita del marito all'ente che seguiva l'iter della TARES.
Nonostante tale ente fosse a conoscenza del lutto e quindi della diminuzione del nucleo familiare (da tre a due), i bolettini riportano tutti e tre i componenti della famiglia.
Lo zio, per la TARES, è resuscitato.
Tralascio i commenti sul comportamento al telefono dell'incaricato nei confronti della vedova ed aggiungo che è pure sbagliato il numero dei metri segnalato, ben 20 in più (77->97).

Risultato:
intanto paghi questa, poi vedremo.

Benvenuti.

Pubblicato da ilmilaz
24 set 2013 12:11

Sottoscrivo RUBIZ.

Il resto ..... e fuffa a 360°.


Pubblicato da stratos58
24 set 2013 15:55

Ci vogliono far morire ........... perché ?
Ci deve pur essere un motivo per tanto spremere ....... spiegatecelo.
Il buon senso è scomparso, siamo alla canna del gas o diversamente ai forconi in piazza come un tempo. La parola rivoluzione non mi è mai piaciuta ma a fronte di un comportamento politico scellerato e totalmente assente verso la famiglia, un pensiero in quella direzione comincia a prender forma. Bollette della luce, del gas, delle immondizie, dell'IMU, tasse scolastiche, costo libri, costo autobus, costo treno, costo acqua, costo gasolio, e potrei proseguire per un bel pò. Una domanda sorge, ma che stipendio deve avere un padre per far fronte ad una vita decorosa senza alcun eccesso per la propria famiglia?
Politici ricordatevi che noi vi abbiamo messo dove siete e sicuramente non rifaremo lo stesso sbaglio. Sono veramente indignato. Persino le cose più ovvie sembrano impossibili, meno burocrazia, accorpate i comuni piccoli, eliminate le provincie, abbassatevi gli stipendi e toglietevi i privilegi, favorite il commercio e il lavoro, insomma fate qualcosa sta' saltando lo stato. Concludo, a cosa serve aumentare l'Iva di un punto se poi i consumi caleranno, pertanto l'introito iva resterà uguale con il risultato che avrete soffocato commercianti ed imprese. Bravi

Pubblicato da arte
24 set 2013 19:18

Basta! Rimane solo una cosa, ormai lo sappiamo tutti è che non possiamo gridarla a voce alta altrimenti ti arrestano per incitamento alla violenza!
Roberto, so che ci sarà una infuocata conferenza stampa (si mormora così) domani in Umce a Bassano. Avete intenzione di incazzarvi una volta per tutte?

Pubblicato da rosbif
25 set 2013 23:22

Un'altra TASSA assurda.! Gestiamo un piccolo albergo da ormai tre generazioni con enormi sacrifici per adeguarci sempre di nuovo. Ora solo IMU e TARES assorbono oltre il 10% degli incassi di un intero anno! Per quanto potremo resistere ancora trattandosi nel nostro caso di un'attività stagionale? Quante famiglie ancora dovranno restare senza reddito perché QUALCUNO si accorga di quanto sta succedendo? PDPDLSEL5STELLEUDCETC dove siete?

Pubblicato da falcocapri
29 set 2013 22:01

La discussione prosegue anche su
notizie.bassanonet.it/attualita/14332.html

Pubblicato da otrebor
30 set 2013 20:48

Per poter inviare un commento devi essere registrato e autenticato.

Accedi Registrati ora